Ciambelle siciliane – e su ciò che si può guardare avanti a voi ora

Buongiorno e benvenuti nella mia cucina!

Non ti preoccupare, non ho scritto prima in futuro in italiano, ma ho intenzione di – come già mesi fa, ha annunciato – rapire di nuovo in Italia. E oggi, è di nuovo che il tempo, va in Sicilia!

Agosto. Le strade di campagna sono buoni come gratuito. Sinistra e destra si possono vedere tutti i marroni e gialli. Verde può essere trovato qui, come no, perché l'erba è alle temperature più che a secco. Ulivi e limoni, campi e serre tunnel anguria “decorare” la campagna siciliana.
La prima vista del mare, non appena si raggiunge la costa – impagabile.
Così com'è, lo scudo della città “Benvenuti a Licata – città di mare”, Ci sono così poche macchine e le regole del traffico mantenere il minor numero. Beh, non è proprio così, la regola non ufficiale tutto stiva: Chi ottiene lì prima ha diritto di precedenza. Agli occhi dei turisti un pasticcio. Aggiungete a ciò la Vespa che si snodano attraverso qualche modo.
L'attesa è in aumento. Non solo per vedere l'anticipazione di nuovo il rapporto, ma anche la gioia delle visite ad un “pasticceria” e “rosticceria”.

Un Pasticceria è una pasticceria. In Sicilia non ci può essere conosciuto all'estero “Cannoli siciliani” . Acquista I rotoli di pasta fritte, che sono pieni di una crema e decorato con frutta candita, cioccolato spruzza o pistacchi. Ma c'è molto di più: Cartoccio Siciliano, Babà, Cassata Siciliana, Cialdone, etc.
Potrei ancora chiamare spontaneamente almeno 40 dolci che si troverebbero in una Pasticceria siciliana.

In una Rosticceria – spesso si fa a trovare questo in combinazione con la Pasticceria – sono venduti per togliere che si prende così facilmente a portata di mano i piatti caldi e freddi. Cibo di strada siciliano così.
Il prodotto più famoso della Sicilia sono il Arancini – palle di riso ripieni. Cos'altro arrivare?
Mozzarella in carrozza, Mattonella, Fagottini – per citarne solo una piccola selezione.

Perché tutto questo io dico?
Ho lavorato quest'anno per due giorni in una Pasticceria Rosticceria e in Sicilia – gratis e per divertimento. Volevo fare finalmente le tante prelibatezze sé e ricevere consigli da un professionista.

Il risultato?
Molto di ciò che prima sembrava complicato, posso ora produrre anche nella mia cucina. Quando ero in Germania sento come un mozzarella in carrozza ho ora, poi ho messo a me in possesso di suo.

E la parte migliore?
Voglio condividere questa conoscenza passo dopo passo con voi. Non solo le ricette, ma anche i trucchi che sono progettati per la perfetta riuscita del vantaggio.

DC oggi voglio cominciare con una pasticceria dolce: il siciliane Ciambelle. Un Ciambella è una ciambella nel mondo panificazione italiana. Uno “Ciambella siciliana” è qualcosa di completamente diverso. Il gusto può essere la migliore rispetto ai savoiardi. Se semplicemente immerso proprio così o nel latte (tipicamente italiano), vi piacerà loro!

ricetta
Ciambelle siciliane
Tempo totale
20min

Ciambelle siciliane

Ingredienti: (Per circa 18 pezzi)

  • Zucchero 200g
  • 150g Proprietario
  • 250g Mehl
  • po 'di miele

Preparazione:

  1. Zucchero e le uova per qualche minuto.
  2. La farina mescolando aggiungere lentamente.
  3. Po 'di miele – punta su un cucchiaio – aggiungere e mescolare.
  4. Riempire il composto in una tasca da pasticcere con Lochtülle (13 o 15mm) e treno su una rivestite con carta da forno teglia di circa 10 x 3cm lunghe strisce. Lasciare spazio sufficiente tra le strisce di pasta, perché sono assorbiti in cottura.
  5. Cuocere in forno preriscaldato a 220 ° C (forno statico) fino a doratura. Il tempo esatto di cottura dipende dal vostro forno, ma è di circa 8 minuti.
  6. Lasciar raffreddare e godersi i dolci. In una teglia si può tenere fino a 2 settimane.

Mi piace questa ricetta. La maggior parte dei siciliani acquistare questo dolce nel forno, perché pensano che è molto complicato. In verità, è l'esatto contrario: è una delle ricette più semplici che conosco. The Get Principiante alla grande pure. Così avete il coraggio!

A presto
Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *